Pescara: arrestato Antonio Sorgi, alto dirigente della Regione Abruzzo

1' di lettura 30/09/2014 - Brusco risveglio per Pescara e per l’Abruzzo: nelle prime ore di stamattina, l’incubo della corruzione è tornato a fare capolino in Regione con l’arresto di Antonio Sorgi (foto), alto dirigente regionale del settore Affari della Presidenza, delle politiche legislative e delle valutazioni ambientali.

Sorgi è finito agli arresti domiciliari su ordine della Procura della Repubblica dell’Aquila, eseguito dalla Questura di Pescara, e sul suo capo pende l’accusa di turbativa d’asta circa un bando per l’ampliamento del cimitero di Francavilla al Mare, del valore complessivo di 2 milioni di euro. Insieme ad Antonio Sorgi, è finito ai domiciliari anche un noto architetto di Francavilla, funzionario del Comune, mentre la Procura sta vagliando la posizione di altre 6 persone.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Sorgi sarebbe l’amministratore ‘di fatto’ di una società intestata alla moglie, LT Progetti, che lo scorso anno ha partecipato all’interno di un consorzio all’appalto per i lavori del cimitero. Insieme all’architetto, Sorgi avrebbe posto in essere una “associazione per delinquere finalizzata a commettere una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione”, pilotando la gara a proprio favore.

L’arresto è stato eseguito dalla Squadra Mobile di Pescara su disposizione del gip dell’Aquila, Romano Gargarella, dopo che nel luglio scorso era stata sequestrata nel Comune di Francavilla tutta la documentazione relativa agli appalti. Secondo le prime indiscrezioni, subito dopo la diffusione della notizia dell’arresto di Sorgi, la Regione Abruzzo avrebbe avviato la procedura di sospensione del dirigente.






Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2014 alle 11:45 sul giornale del 01 ottobre 2014 - 763 letture

In questo articolo si parla di cronaca, politica, pescara, Abruzzo, corruzione, l'Aquila, regione abruzzo, appalti pubblici, vivere pescara, questura di pescara, articolo, turbativa d'asta, procura della repubblica dell'aquila, antonio sorgi, appalti truccati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0nQ