Gli studenti aquilani aderiscono allo sciopero dell'8 marzo di Fuori Genere

1' di lettura 07/03/2023 - L'Unione degli Studenti L'Aquila e Link Coordinamento Universitario L'Aquila aderiscono allo sciopero transfemminista dell'8 marzo lanciato dal collettivo cittadino Fuori Genere.

Scioperiamo per avere reali strumenti di contrasto alla violenza nei luoghi della formazione, a partire da sportelli CAV garantiti ed accessibili in ogni scuola e in ogni università, fino a tutele formali come i regolamenti antimolestie e i Comitati Unici di Garanzia che vadano a tutelare chi decide di denunciare.

Chiediamo che l'educazione sessuale, all'affettività e al consenso sia garantita per tutti. Troppo spesso all'interno degli istituti e degli atenei questi temi non vengono trattati, o vengono affrontati con superficialità. Vogliamo essere educati ad una sessualità e ad un'affettività sana ed accessibile. Siamo stanchi di vivere la nostra intimità con vergogna e disagio, vogliamo essere liberi e consapevoli dei nostri corpi.

Vogliamo una didattica che sia realmente transfemminista, dove non vengano meno tutti i riferimenti al ruolo fondamentale di molte donne e perdine queer nella storia, nelle arti e nelle scienze. Vogliamo un'educazione libera dal patriarcato, decoloniale, ecologista e anti abilista. La predominanza maschile sui saperi deve cessare al più presto possibile.

Per questo e per molto altro domani scenderemo in piazza al fianco di Fuori Genere e di molte altre realtà del territorio abruzzese e non solo. L'appuntamento lanciato dai collettivi è alle ore 15:30 a Piazza San Basilio, davanti l'università di lettere, un luogo chiaramente simbolico per rilanciare le nostre rivendicazioni sui luoghi della formazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2023 alle 10:17 sul giornale del 08 marzo 2023 - 8 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dV75





logoEV
qrcode